Condividi questa ricetta:

Castagnaccio della Garfagnana

Ingredienti per 8 persone:

  • 400 gr di farina di castagne
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 60 gr di pinoli
  • 50 gr di noci
  • 1 pizzico di sale
  • 1 arancia
  • 1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 1 rametto di rosmarino

Preparazione:

Mettere in una ciotola la farina con lo zucchero, il sale, il latte e una parte dell’olio d’oliva. Amalgamare tutti gli ingredienti con una frusta fino ad ottenere una pasta liscia e cremosa; aggiungere la buccia d’arancia (a pezzetti), metà dose di pinoli, metà porzione di noci. Versare l’impasto in una teglia oliata. Adagiare sopra il dolce i pinoli e le noci rimaste, aggiungere le foglie di rosmarino e l’olio d’oliva rimanente. Infornate a 170° per circa un’ora.

Curiosità:

Dalle castagne alla farina di castagne:

Uno dei frutti dell’autunno che caratterizza la Garfagnana è la castagna . La raccolta inizia ad Ottobre. L’essiccazione del frutto avviene in tipiche capanne in pietra (dette “metati”). Al loro interno, le castagne riposano per circa un mese, sopra un fuoco di bassa intensità (ravvivato ogni giorno) che produce un calore costante. Poi, dopo un’accurata pulizia dai residui delle bucce, le castagne essiccate vengono portate al mulino, e qui, con metodi antichi (in alcuni casi, le macine del mulino ruotano con la forza stessa dell’acqua di un torrente) vengono trasformate in farina di castagne.