Fortezza delle Verrucole

Il luogo :

La Rocca delle Verrucole, situata nel comune di San Romano in Garfagnana, nel minuscolo borgo di Verrucole, è uno degli esempi più interessanti e meglio conservati di costruzioni militari medievali della Garfagnana. La struttura è posta sulla sommità di un colle lungo e stretto (il toponimo “Verrucole” indica appunto un colle roccioso e quasi inaccessibile) dal quale si gode un panorama mozzafiato sulle Alpi Apuane e sugli Appennini.

Storia :

La fortezza fu abitata dalla potente famiglia dei Gherardinghi fino al 1285. Durante il medioevo la Garfagnana fu territorio conteso tra le famiglie feudali locali (come i Gherardinghi) e il comune di Lucca. Nonostante l’alleanza con Pisa, la famiglia Gherardinghi fu sconfitta nel 1170. Dopo questa sconfitta persero molti possedimenti (tra cui la fortezza delle Verrucole) a favore di Lucca. Successivamente i Gherardinghi riacquistarono i loro possedimenti nel 1185 grazie all’imperatore Federico I e vi risiedettero per circa un secolo.

Il Comune di Lucca riprese il possesso della Rocca; nel 1430 toccò ai fiorentini e infine, nel 1446, gli Este (duchi di Ferrara e di Modena) ottennero il controllo dell’intera Garfagnana e della fortezza delle Verrucole fino alla fine del 1700 .

L’architettura :

In origine la struttura era composta da due corpi posti alle due estremità del colle roccioso: la “Rocca Tonda” (attualmente ancora visibile e completamente ristrutturata), sulla parte meridionale del colle e la “Rocca Quadra”, (a nord). . La Rocca Tonda è la parte più antica della rocca (risale all’XI sec.), ha forma ottagonale, vi si accede da una scalinata in pietra; all’interno di questo edificio vi era la casa del Signore, mentre, ai piedi delle scale, è ancora visibile una cappella con due belle colonne e capitelli decorati. La “Rocca Tonda” ha un muro merlato rivolto verso il lato sud.

Sul lato opposto (nord) c’era la “Rocca Quadra” (non più sul posto, oggi). Svolgeva funzione di presidio militare e fu sostituito in epoca estense da due poderosi bastioni.

L’Archeoparco :

oggi la fortezza ospita l’”Archeopark”: una vera e propria area interattiva creata dall’associazione “ Mansio Hospitalis Lucensis ” e dedicata alla vita medievale. Guide in costume accompagneranno i visitatori alla scoperta dei segreti degli antichi edifici e dello stile di vita medievale. Sarà inoltre possibile per tutti, bambini e adulti, partecipare a numerosi laboratori didattici (combattimenti medievali con archi e balestre, manoscritti medievali e miniature, preparazione di medicamenti medievali con l’uso di piante ed erbe, apprendimento dell’antica tessitura tecniche ecc….).

Il treno a cremagliera:

dal 2018 un trenino a cremagliera porta i visitatori dal piccolo borgo di Verrucole alla fortezza permettendo a tutti di raggiungere facilmente le vecchie infrastrutture militari.